Oggi vorremmo parlarvi di un tema che riteniamo molto importante: il rapporto tra musica dal vivo e ballerini nelle danze swing. Di com’era all’origine e di come si è trasformato e del perché è importante fare qualcosa.

Negli anni della Swing Era, il Lindy Hop e altre Danze Swing si sono evolute insieme alla musica, che veniva suonata dal vivo, prendendo forme anche molto diverse nel corso degli anni e in base alla posizione geografica.

La musica e il ballo s’influenzavano a vicenda, dando vita ad una forma d’arte dinamica qual è il Jazz, suonato o ballato che sia, specchio di una complessa evoluzione culturale. Il risultato di questo ascolto reciproco arricchisce entrambe le arti, creando una simbiosi d’intenti e di conseguenza un fenomeno vivo, pulsante, in costante evoluzione.

Restringendo la lente d’ingrandimento sull’argomento, ci rendiamo conto che questo dialogo era qualcosa di estemporaneo.

L’orchestra suona, il ballerino risponde, originando una conversazione la cui componente fondamentale è l’improvvisazione, l’essenza stessa del Jazz, dalla musica al ballo. Una componente troppo importante, e probabilmente la più divertente, per poterla trascurare.

Senza improvvisazione, non sarebbe mai esistito il Jazz, né potrebbe mai esistere.

Riuscire, poi, a creare una reale conversazione a tre, con il proprio partner e con la musica, è quel gioco che ci fa vivere momenti di pura estasi, se davvero ci lasciamo andare all’ascolto.

A quei tempi, inutile dirlo, ma utile pensarlo, non esistevano i DJ. Ovviamente, ci troviamo in due periodi storici molto lontani e diversi. La figura del DJ ha molti ‘peccati originali’, facilmente intuibili alla luce di quanto detto, ma anche qualche aspetto positivo, o probabilmente solo uno, ovvero quello di darci la possibilità di ballare più frequentemente di quanto potremmo altrimenti.

Ecco quindi il nostro appello e la nostra speranza per tutti i ballerini che nella loro vita hanno ricevuto molte gioie da quando ballano Lindy Hop o una delle danze swing: supportiamo sempre la musica dal vivo quando possibile, il motore che ha originato il ballo e ne contiene i valori più autentici.

Pensiamo alla connessione e al dialogo con la musica, e con il partner, come il principio più importante delle nostre social dance, preservando così l’essenza e lo spirito di questo ballo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *